Camera dei Deputati

Montecitorio
Vai al sito

Senato della Repubblica

Palazzo Madama
Vai al sito

Consiglio dei Ministri

Palazzo Chigi
Vai al sito

News:

Intervista di Vanity Fair a Paola Cirilli di Cui prodest su una campagna di comunicazione del Ministero della salute.

Intervista del Corriere della Sera al DG di Cui prodest sulla professione del lobbyista. Ricerca di Cui prodest sulla percezione che i principali politici italiani hanno dei lobbyisti.

Lezioni del DG di Cui prodest al Master sui public affairs de Il Sole 24 Ore

 

Cui prodest? Nil satis nisi optimum!

Lavoriamo per creare la prima società di lobbying ad alte performance in Italia. Abbiamo creduto nel motto "non è abbastanza se non è ottimo (nil satis nisi optimum)" e siamo riusciti a posizionarci sul mercato con un approccio concreto e pragmatico... Molto lontano da certe fumosità tipiche del nostro Paese.

La nostra consulenza nei settori del lobbying, dei public affairs e del monitoraggio legislativo è riconosciuta tra le migliori in Italia.

CP è nata e cresciuta durante la crisi economica per rispondere alla rinnovata attenzione al budget ed alla qualità dei servizi da parte di aziende di tutte le dimensioni. Un team di professionisti con esperienze pluriennali, spesso all'interno delle Istituzioni e sempre formati per comprendere il business model del cliente e proporre le giuste strategie per cogliere minaccie e opportunità.

Alcuni dati:

  • Diversi emendamenti approvati durante i Governi Prodi, Berlusconi, Monti e Letta sono il frutto del nostro lavoro di sensibilizzazione trasparente nei confronti di Deputati e Senatori e Membri del Governo;
  • Nelle gare per l'affidamento di consulenze nel lobbying, nel public affairs e nel monitoraggio legislativo di Cui prodest e di altre agenzie di lobbying, la preferenza ricade sempre sui servizi di Cui prodest;
  • Fatturato costantemente cresciuto nonostante la crisi;
  • L'80% dei nostri clienti, dopo aver conosciuto CP, non ha rinnovato contratti con altre società di lobbying giudicando inferiore la qualità dei servizi offerti dai nostri competitors;
  • Il 90% dei nostri clienti ci ha chiesto ulteriori servizi allocando nuovo budget e superando le difficoltà nel reperimento del budget;
  • Pur offrendo ad ogni cliente dei momenti di verifica della qualità, nessun cliente ci ha finora chiesto di chiudere il contratto;
  • CP ha sviluppato una metodologia precisa (OPSR) in grado di produrre risultati costantemente misurabili dal cliente e di farci lavorare anche su "success fee".

CP offre al mercato servizi di intelligence e monitoraggio legislativo, lobbying e public affairs con la consapevolezza che ogni decisione politica è portatrice legittima di istanze ed interessi particolari. Difendiamo il business dei nostri clienti in maniera trasparente, consapevole e professionale.

Cui prodest lotta contro la corruzione in politica. Un lobbyista improvvisato e senza deontologia infrange la legge e rovina la categoria. Cui prodest è iscritta all’Elenco dei portatori di interessi particolari, di cui al D.M.  2 febbraio 2012, con protocollo AOOGAB0005583.

 

 

Con la domanda retorica cui prodest - letteralmente: a chi giova? - i latini si domandavano quali reali interessi si nascondessero dietro leggi e decreti. La Medea di Seneca afferma che "cui prodest scelus, is fecit " (colui al quale un crimine porta vantaggi, egli l'ha compiuto).

La consapevolezza che ogni azione politica è portatrice legittima di istanze e interessi particolari, fa da guida alla nostra azione di political intelligence e lobbying.

"CP agisce per rappresentare interessi particolari (...) senza esprimere giudizi di valore sulla posizione dei clienti (...) nel rispetto della normativa vigente (...) garantendo il profilo professionale e deontologico dei propri consulenti (...) rigettando ogni comportamento che possa avere finalità o effetto di corruzione (...) garantendo al cliente l'assoluta riservatezza"

Lobbying voglia dire, in maniera lecita e trasparente, aiutare il cliente a guadagnare di più qualsiasi sia il suo scopo sociale (anche il no-profit ha bisogno di incrementare le fee degli associati o le renvenue da donazioni).

Monitoraggio legislativo significhi ricevere tempestivamente un'analisi personalizzata delle novità provenienti da Parlamento e Governo e, soprattutto, una valutazione di impatto ed una proposta di reazione.

Public affairs o Relazioni istituzionali servano a posizionarsi in maniera corretta nei confronti delle Istituzioni attraverso campagne razionali e professionali.