Category

News

Il nuovo ufficio è pronto

By | News | No Comments

Dal 31 luglio lasciamo ufficialmente il nostro ufficio di Via del Pantheon. Ci spostiamo qualche metro più in là, restando per noi vitale la prossimità con le sedi di Governo, Senato e Camera, e guadagniamo tanto spazio per il team e per i Clienti: continuiamo a crescere ed il vecchio ufficio iniziava a strarci stretto. Il nuovo ufficio si trova in un palazzo nobiliare al numero 18 di Corso Vittorio Emanuele II.

Proteggiamo ulteriormente i nostri clienti con una polizza rc

By | News | No Comments

A differenza delle altre società di lobbying, abbiamo sempre creduto di dover meritare la fiducia dei nostri clienti senza mezzi termini. Abbiamo sempre scelto di essere una società di persone e non una società di capitali proprio perchè vogliamo che il nostro management risponda in prima persona di eventuali danni cagionati ai clienti durante le nostre campagne.
Forse anche questo ci ha posto nella condizione di avere incarichi di public affairs particolarmente delicati, mettendo i clienti in una posizione di confort psicologico che altri non possono non offrire, limitando il proprio rischio a (spesso esigui) capitali sociali.
Oggi facciamo un ulteriore passo in questa direzione – e, d’altronde, essendo la società in Italia col maggior tasso di fidelizzazione dei clienti, sentivamo di doverlo fare – contraendo una RC professionale che nessuna legge ci impone di avere.
Sono piccole cose magari, ma abbiamo sempre creduto di dover disegnare il profilo di un’agenzia di public affairs a Roma un po’ diversa da tutte le altre.

Testimonianza alla LUISS School of government

By | News | No Comments

Oggi raccontiamo la nostra visione del lobbying agli studenti della School of government della Luiss.
A cosa serve fare lobbying? Quali sono i principali strumenti in una campagna di lobbying? Come può un’agenzia di public affairs supportare il business di un’azienda? Come comunicare coi politici?
Cui prodest è l’unica agenzia in Italia ad offrire esclusivamente servizi di lobbying e, da esperti di politica, condivideremo volentieri il nostro particolare punto di vista con gli studenti.

Al via l’eCall europeo. Pregi e difetti di una scelta “statalista”

By | News | No Comments

Dal 31 Marzo tutti i nuovi modelli di automobili fabbricati nei paesi Ue dovranno essere dotati del nuovo sistema salva vita eCall.

L’eCall è un dispositivo che in caso di incidente chiama automaticamente il 112, il numero di emergenza oggi valido in tutti i Paesi del continente europeo. In questo modo, entrano in vigore le norme approvate nel 2015 da Parlamento e Consiglio Europeo nel quadro degli interventi con cui si vuole raggiungere l’obiettivo di dimezzare il numero di vittime della strada tra il 2010 e il 2020 (giova ricordare che, nel territorio UE e solo nel 2016, hanno perso la vita in incidenti stradali 25.000 mila persone e 135.000 mila sono rimaste ferite).

Secondo la relatrice del provvedimento, l’eurodeputata del gruppo S&D Ola Selhnalova, “I tempi di intervento dei servizi di emergenza diminuiranno del 50% nelle aree rurali e del 40% nelle aree urbane, consentendo di salvare 1500 persone dalla morte in seguito a incidenti stradali”.

La norma prevede nello specifico che il sistema, tramite geolocalizzazione, indichi non solo la posizione esatta del veicolo, ma anche l’ora, la direzione di viaggio e l’eventuale stato di incoscienza del guidatore, con conseguente incapacità di quest’ultimo di telefonare. In generale, la dimensione dell’intervento da effettuare.

Il nodo “politico” fu (ai tempi dei dibattito a Bruxelles) e sarà (quando la tecnologia verrà testata su pista negli Stati membri) la scelta a favore di un modello “statalista” (l’eCall chiama il 112) piuttosto che per un modello “di mercato” (l’eCall chiama una compagna privata che poi smista la chiamata al numero più opportuno).

Pensiamo all’Italia: l’eCall 112, almeno per ora, chiamerebbe i Carabinieri, che però non hanno competenza sulle autostrade. Come si fa in attesa del numero d’emergenza unico nazionale? La pubblica amministrazione è efficiente quanto i provider privati nell’attrezzarsi con personale multilingua? E, ancora, può uno Stato farsi carico anche di falsi allarmi e attacchi di panico (Il/la conducente che buca la gomma e, in preda all’ansia, “struca el boton”)?

A queste e ad altre domande risponderà strada facendo un modello ritenuto, seppure in contrapposizione con un modello già esistente sul mercato e ormai offrerto pressocché grauitamente da diverse compagnie assicurative e automobilistiche ai propri clienti, più performante delle alternative disponibili.

Su  www.cuiprodestonline.it seguiremo gli sviluppi di questa “rivoluzione” che impatta significativamente sull’industria e sulla sicurezza alla guida dei cittadini europei.

Cui prodest aderisce alla Camera di commercio americana in Italia

By | News | No Comments

Siamo gli specialisti della politica e crediamo che la nostra responsabilità sociale di impresa consista nello spiegare, gratuitamente, la politica ai nostri concittadini.

La Politica è una cosa bellissima e noi abbiamo il piacere di conoscerla per passione e influenzarla per professione.

Alle iniziative finora intraprese – lo stand per spiegare le lobby al pubblico alla Fiera Ecomondo di Rimini, la serie di video-pillole sui concetti basilari della politica, le interviste al Corriere della Sera e a Vanity Fair, le docenze gratuite al Master in public affairs de Il Sole 24 ore, il progetto nelle scuole, etc… – si aggiunge ora l’adesione, come socio corporate, alla Camera di commercio statunitense in Italia, dove da tempo si porta avanti un dibattito tra professionisti volto a promuovere una migliore regolamentazione dell’attività di lobbying in Italia.

Siamo soci e parteciperemo alla vita associativa, tentando di contribuire a rendere il nostro mestiere un po’ meno opaco, un po’ meno criticato, un po’ meno spaventoso. In altre parole: un po’ più bello. Come la Politica.

Siamo indiscutibilmente la società di lobbying leader nel settore dei trasporti

By | News | No Comments

La lobby dei trasporti. Il settore dei trasporti è un hub di tecnologie, ma anche di norme. E’ altamente regolamentato per definizione; basti pensare ad un’automobile: dentro c’è dentro il meglio del design, dell’elettronica, dell’intrattenimento mobile, dell’IOT e della meccanica e sullo stesso veicolo impattano norme su materiali – dalla plastica, all’acciaio alla gomma -, sulla sicurezza stradale di conducente, passeggeri e altri utenti della strada, sulle emissioni, sulla circolazione, sulle assicurazioni, sulle omologazioni, sulle revisioni, sulla tassazione, etc… Cui prodest, col recente ingresso nel portfolio clienti di un nuovo Cliente, ha consolidato la propria induscussa leadership ed il proprio posizionamento tecnico, strategico e di lobbying nel settore dei trasporti “di terra, di mare e dell’aria” (la citazione è storica e non sottende un’adesione ideologica) e quindi abbiamo voluto premiarci con la divertente inserzione pubblicitaria (uscita su Uomini Comunicazione) che accompagna questo post.

Al netto delle battutte di spirito, la realtà è che fare lobbying nel settore dei trasporti è un lavoro che richiede una profonda conoscenza tecnica prima ancora che politica ed il tutto va inserito in un contesto di legislazione concorrente con le Regioni e spesso impantanata a livello nazionale (mi riferisco al trasporto su strada con l’ormai epica avventura della legge delega per la riforma del Codice della strada, che Governi di tutti i colori hanno lasciato ai posteri come l’eredità della nonna).

Pur in un siffatto contesto, siamo riusciti a costruire una track record senza eguali in Italia. La nuova Legislatura sarà in qualche modo nodale per alcuni grossi temi in questo settore, ma i nostri Clienti possono contare sulla nostra capacità di evitare “le buche più dure”… per usare una citazione di allegerimento 😉

Nuovo sito Cui Prodest online!

By | News

Da oggi è on-line il nuovo sito di Cui Prodest!

Il sito è stato completamente rinnovato nella grafica e nella tecnologia (HTML5 e CSS3), il nuovo sito è disponibile sia in ambiente Desktop, sia per i tablet e gli smartphone di ultima generazione.

All’interno potrete trovare informazioni sulla nostra azienda e sui nostri servizi.

Buona Navigazione