Skip to main content

“Il Direttore dell’Agenzia dogane e monopoli, Roberto Alesse, intervenuto in Senato su un provvedimento che nulla aveva a che fare con il riordino del gioco online, non si è sottratto ad illustrare la posizione dell’Adm sulla liquidità internazionale del poker riportando però una posizione che contraddice non solo le nostre analisi, ma anche l’opinione pressoché unanime degli operatori del gioco online. Le prassi di buona regolamentazione incoraggiano il confronto sui dati e Cuiprodest e i clienti assistiti sono come sempre lealmente a disposizione dell’Agenzia per ogni richiesta di chiarimento.”

Così Giuseppe Volpe, managing partner di Cuiprodest, intervistato da Gioconews, rimarca l’assoluta validità della tesi che trova consenso unanime presso tutto il settore del gioco online circa i benefici della liquidità internazionale nel poker, comprovata da approfondite ricerche che, dati alla mano, dimostrano i benefici per l’erario, che ammonterebbero a circa 30 milioni di euro l’anno – pari al costo di quasi 5 concessioni del nuovo riordino del gioco online. Infondate, inoltre, le preoccupazioni del Direttore Alesse sugli improbabili rischi legati al fenomeno del riciclaggio, al punto che il Senatore Garavaglia, Presidente della VI Commissione Finanze, ne ha reputato l’intervento non esaustivo.